Pronto soccorso di animali coinvolti in incidenti stradali. Che fare?
Data pubblicazione: 04 febbraio 2016

il disposto dell’art. 189 del Nuovo Codice della Strada prevede che l’utente della strada, in caso di incidente   ricollegabile al suo comportamento, da cui derivino danni ad animali, si adoperi affinché gli stessi animali siano adeguatamente soccorsi.


il disposto dell’art. 189 del Nuovo Codice della Strada prevede che l’utente della strada, in caso di incidente   ricollegabile al suo comportamento, da cui derivino danni ad animali, si adoperi affinché gli stessi animali siano adeguatamente soccorsi.

Tale soccorso si dovrebbe concretizzare nel segnalare l’accaduto alle Forze di Polizia ( Polizia Municipale o Provinciale,  Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri,  Corpo Forestale dello Stato o Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco).

La Forza di Polizia interessata deve quindi attivare il soccorso degli animali feriti chiamando in causa, ai sensi della Legge Regionale 21 ottobre 1997 n. 34, il servizio di pronta reperibilità di primo soccorso della Azienda Sanitaria Locale, competente per territorio, in grado di valutare le azioni da intraprendere, compreso il trasferimento presso le proprie strutture di ricovero ove esistenti e se dotate di pronto soccorso.  

Con l’intento di supportare i colleghi che si trovino ad affrontare in prima linea il problema degli animali coinvolti in incidenti stradali, questo Ordine ha ritenuto utile produrre un documento che riporti sinteticamente i corretti comportamenti da tenere con il documento Diagramma di flusso.pdf.

Sempre in tale ottica vengono forniti a completamento del precedente documento il format Brochure cittadino.pdf per informare anche i clienti del libero professionista.